Primo piano - Ape sociale: incontro con Poletti e Inps positivo

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Ape sociale: incontro con Poletti e Inps positivo

26-10-2017

“Alla fine il buonsenso ha avuto la meglio: il ministero del Lavoro e l’Inps si sono impegnati a risolvere al più presto i problemi emersi con le troppe domande di Ape sociale respinte, in molti casi, con motivazioni poco chiare o a causa di procedure farraginose e, per farlo, hanno chiesto la nostra collaborazione”: è positivo il giudizio del presidente del patronato Inas Cisl, Domenico Pesenti, circa l’incontro di ieri tra sindacati e istituzioni.

“Ovviamente siamo più che disposti a dare una mano, prosegue Pesenti, per far sì che vengano correttamente riesaminate le richieste di anticipo pensionistico e di accesso agevolato alla pensione per i lavoratori precoci che hanno ottenuto esito negativo nonostante il diritto fosse evidente”.

 

L’Inas e gli altri patronati avranno dunque il compito di segnalare all’Inps le domande respinte senza una motivazione corretta, mentre altre tipologie di richiesta – su cui il sistema si è “arenato” – come quelle dei titolari di salvaguardia o di coloro che hanno lavorato anche all’estero, verranno automaticamente riesaminate dall’ente previdenziale.

“Ministero e Inps hanno compreso che era necessario un confronto urgente e diretto sulla questione e si sono dimostrati aperti a individuare soluzioni efficaci, chiedendo il nostro supporto e riconoscendo così anche il ruolo fondamentale dei patronati in questa partita. Ora ci metteremo al lavoro per far ottenere l’accesso all’Ape sociale a tutti coloro che effettivamente ne hanno diritto”, conclude il presidente dell’Inas. 

vai all'archivio »


Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.