News - Rei: a chi spetta?

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Rei: a chi spetta?

14-12-2017

Dal 1° gennaio del 2018, verrà erogato il reddito di inclusione (Rei) alle persone in condizione di povertà. Nonostante l’inoltro della domanda non sia di competenza del patronato, a scopo informativo per i cittadini, l’Inas fornisce di seguito i dettagli relativi a questa nuova prestazione.

Il Rei si compone di due parti:

Questa nuova prestazione verrà concessa per un periodo continuativo non superiore ai 18 mesi e potrà essere rinnovata per altri 12 mesi, solo dopo almeno 6 mesi dalla precedente fruizione.

I requisiti

I requisiti per richiedere la prestazione sono legati a:

Possono richiedere la prestazione, purché residenti in Italia da almeno 2 anni al momento della presentazione della domanda:

 I beneficiari sono inizialmente individuati tra i nuclei familiari con:

I beneficiari sono individuati anche sulla base dell'Isee e delle sue componenti reddituali e patrimoniali. Per accedere al Rei, il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

Nessun componente del nucleo deve:

Se i componenti del nucleo familiare ricevono già altri trattamenti assistenziali, il valore mensile del Rei è ridotto del valore mensile degli stessi, esclusi quelli non sottoposti alla prova dei mezzi (come l’indennità di accompagnamento). Fermo restando il possesso dei requisiti economici, il Rei è compatibile con lo svolgimento di una attività lavorativa.

La domanda

La domanda può essere presentata, già dal 1° dicembre 2017, presso i Comuni o altri punti di accesso, identificati dagli stessi Comuni, sull'apposito modello di domanda predisposto dall'Inps (disponibile sui sito dell'Inps e del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali).

Il Comune verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e invia la richiesta all'Inps entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione, nel rispetto dell'ordine cronologico di presentazione.

L'ente previdenziale verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio.

Il pagamento è condizionato all'avvenuta sottoscrizione del progetto personalizzato e decorre dal mese successivo alla richiesta.

Le altre prestazioni contro la povertà

Dal 1° gennaio 2018:

 

(Foto disponibile su Flickr, di Public Domain Photos, su Licenza Creative Commons)

vai all'archivio »


Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.