News - Inas in lutto per la morte di Pierre Carniti

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Inas in lutto per la morte di Pierre Carniti

07-06-2018

“Questo è un momento difficile per Cisl Inas, un momento di lutto nel giorno dei funerali del grande segretario generale della Cisl Pierre Carniti”, ha detto Gigi Petteni, presidente del patronato, dopo aver preso parte alle esequie insieme a tutta la presidenza Inas.

“Da oggi - sottolinea Petteni – moltiplicheremo il nostro impegno per sentirci degni della grande eredità valoriale lasciata da Carniti. Nel momento del cordoglio e del ricordo, facciamo nostre le parole della nostra segretaria generale Annamaria Furlan, pronunciate da lei questa mattina in occasione della cerimonia funebre”.

 

“Oggi è una giornata di lutto per tutto il mondo del lavoro e per tutti gli italiani perché Carniti è stato un Padre della Patria. Ha contribuito con la forza delle sue idee e con la sua coraggiosa attività sindacale alla crescita del nostro paese". Lo ha detto oggi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan nella sua orazione funebre a Roma, in occasione dei funerali religiosi di Pierre Carniti, l’ex leader della Cisl scomparso l’altro ieri a 81 anni. 

"Carniti ha incarnato nella sua vita, nel suo stile sobrio, con quell'eloquio travolgente, pieno di passione, nelle sue azioni spesso controcorrente, nei tanti accordi che ha firmato, un modello di sindacalista che tutti hanno sempre rispettato. Anche quelli che non la pensavano come lui", ha sottolineato, molto commossa la Furlan nel ricordo del sindacalista.

“In tanti in queste ore, autorità istituzionali, politici, sindacalisti, ma soprattutto tante lavoratrici e lavoratori, hanno testimoniato alla sua famiglia ed alla Cisl che era parte della sua famiglia, affetto, vicinanza, dolore profondo per la scomparsa di Pierre”, ha aggiunto la Furlan.

"Carniti ci ha dato tantissimo, sempre vicino alla Cisl ed a tutto il movimento sindacale, indicandoci percorsi di crescita, di maggiore equità nella distribuzione del lavoro e della ricchezza, di giustizia sociale, valori che rimangono oggi di straordinaria attualità. Come ha ricordato il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Carniti è stato leader e maestro. Era orgoglioso di aver dedicato al sindacato la propria vita, di aver realizzato nel sindacato la propria forte personalità. Era un uomo di saldi principi che aveva svolto il suo difficile compito in una stagione di aspri conflitti sociali, ma sempre facendo prevalere il senso di responsabilità. Sia quando ricercò invano l'unità sindacale, sia quando il suo dissenso costruttivo fu artefice del cambiamento. Non tocca a noi dare giudizi storici. Ma Carniti è stato uno straordinario innovatore, un anticipatore dei fenomeni sociali, rappresenterà sempre un esempio per quanti ancora oggi si propongono di comprendere i mutamenti della società ed indirizzarne il percorso. Per tutti noi ha rappresentato una grande lezione di vita e di militanza. Ha dato prestigio, autorevolezza, autonomia alla Cisl”, ha concluso la leader della Cisl.

vai all'archivio »


Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.