News - Amianto per esposizione a familiari o ambientale: come chiedere una tantum

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Amianto per esposizione a familiari o ambientale: come chiedere una tantum

02-07-2018

I danni causati dall’amianto non sono appannaggio soltanto di chi ha lavorato a contatto con questa sostanza: anche i familiari dei lavoratori possono ammalarsi, così come chi vi è esposto a livello ambientale.

Per chi, in questi casi, contrae un mesotelioma, cioè un tipo di tumore generalmente associato all’amianto, c’è ancora la possibilità di richiedere, fino al 2020, l'estensione della prestazione una tantum – pari a 5.600 € – erogata dal Fondo vittime amianto in favore dei malati di mesotelioma contratto per esposizione ambientale o familiare nonché in favore dei loro eredi.

La domanda

La domanda per ottenere l'una tantum per chi ha un tumore a causa di una esposizione all'amianto tramite familiari o ambientale, deve essere presentata all'Inail su apposita modulistica messa a disposizione dall’istituto. La richiesta deve essere corredata da documentazione amministrativa che attesti l'esposizione all'amianto in periodi compatibili con l'emergere della patologia e da documentazione sanitaria che certifichi il mesotelioma.

Se la domanda viene fatta dagli eredi, la domanda deve essere presentata all'Inail da uno solo di loro entro 90 giorni dalla data della morte del congiunto per mesotelioma e corredata da documentazione amministrativa e sanitaria che attesti l'esposizione all'amianto, il decesso per mesotelioma e la scheda di morte Istat. 

In presenza di più eredi, inoltre, è necessario presentare le loro relative deleghe. In tal caso, la prestazione viene suddivisa in parti uguali tra i superstiti.

L’una tantum viene pagata dall'Inail entro 90 giorni dalla presentazione della domanda. Se l’ente ritiene incompleta la pratica, inviterà il richiedente a fornire le necessarie integrazioni entro 15 giorni. Tali termini valgono anche nel caso in cui la domanda di accesso alla prestazione sia stata inoltrata direttamente dal malato di mesotelioma non professionale.

Il patronato Inas Cisl pur non essendo incaricato dell’inoltro della domanda, fornisce le informazioni qui presenti in base al proprio ruolo di organismo di orientamento e informazione per la tutela dei diritti dei cittadini.

 

(Foto disponibile su Flickr, di A. Meloney, su Licenza Creative Commons)

vai all'archivio »


Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.