News - Rendita vitalizia Inps: la soluzione per i contributi non versati

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Rendita vitalizia Inps: la soluzione per i contributi non versati

18-07-2018

Rendita vitalizia: che cos’è

I lavoratori dipendenti possono richiedere la rendita vitalizia nel caso di contributi non versati da parte del datore di lavoro, impossibili da recuperare con le normali procedure o per prescrizione dei termini. La costituzione della rendita ha l’effetto di integrare immediatamente la pensione già attiva o, nel caso in cui essa non sia stata ancora pagata, di attribuire i contributi corrispondenti a quelli non versati, ai fini del calcolo per il pensionamento. 

Rendita vitalizia: l'importo

La rendita vitalizia è reversibile ed è pari alla pensione o a una quota di pensione adeguata dell'assicurazione obbligatoria, che spetterebbe al lavoratore dipendente in base ai contributi non versati.

Rendita vitalizia: come richiederla

L’attivazione della rendita vitalizia Inps può essere richiesta:

Per l’Inps, la richiesta di riscatto per costituire la rendita vitalizia può essere presentata senza limiti di tempo, anche dopo la concessione della pensione, oppure per i casi di versamento di contribuzione ridotta rispetto alle retribuzioni effettive, o anche per coprire parzialmente il periodo durante il quale non sono stati versati i contributi (ad esempio, solo le settimane necessarie per raggiungere i requisiti per la pensione).

 

(Foto disponibile su Flickr, di Public Domain Photos, su Licenza Creative Commons)

vai all'archivio »


Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.