Chi sei: Dipendente privato
Cosa cerchi: Contributi

Contributi obbligatori per i lavoratori domestici

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag: Contributi, Colf e badanti


04-03-2008

I lavoratori domestici sono coloro che svolgono le relative mansioni esclusivamente per il funzionamento della vita familiare del datore di lavoro (colf, autista, giardiniere, badante, ecc.).

I contributi obbligatori, versati dal datore di lavoro, sono calcolati in base alla retribuzione effettiva oraria comprensiva della 13^ mensilità e del valore convenzionale delle eventuali voci di vitto e alloggio.
I contributi sono versati trimestralmente in riferimento a tutti i giorni retribuiti, a tutte le ore effettivamente lavorate, ed a quelle relative a periodi di assenza comunque retribuita come maternità, malattia, ecc.

I contributi versati garantiscono anche la copertura assicurativa dell’Inail per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

L'Inps registra tanti contributi settimanali quante sono le settimane retribuite, purché in ciascuna settimana siano stati versati contributi per almeno 24 ore. Nel caso in cui il contributo settimanale sia versato per meno di 24 ore, la legge dispone la riduzione proporzionale del numero dei contributi.

Gli importi del contributo orario, in relazione alle fasce di retribuzione, sono stabiliti annualmente.

I contributi si pagano alle seguenti scadenze:
dal 1° al 10 aprile per il 1° trimestre
dal 1° al 10 luglio per il 2° trimestre
dal 1° al 10 ottobre per il 3° trimestre
dal 1° al 10 gennaio per il 4° trimestre

In seguito alla denuncia del rapporto di lavoro, l’Inps spedisce, direttamente al domicilio del datore di lavoro, i bollettini di conto corrente postale da utilizzare per il pagamento dei contributi.

Per ulteriori informazioni rivolgiti alla sede del Patronato INAS più vicina.