Chi sei: Lavoratore parasubordinato Lavoratore in malattia/infortunio Dipendente privato Dipendente pubblico Lavoratore autonomo
Cosa cerchi: Infortuni e Malattie professionali

Rendita diretta per inabilità permanente (eventi precedenti il 25 luglio 2000)

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag: Rendita, , Infortuni


14-01-2011

La rendita diretta per inabilità permanente spetta qualora l'infortunio o la malattia professionale, avvenuti o denunciati prima del 25 luglio 2000, abbiano provocato postumi permanenti, cioé un danno duraturo nel tempo, tale da raggiungere il grado dell'11% di inabilità.
La rendita diretta per inabilità permanente decorre:

Capitalizzazione

La capitalizzazione consiste nell'erogazione di una somma una tantum (valore capitale della rendita) nei casi in cui, dopo 10 anni per gli infortuni o dopo 15 anni per le malattie professionali, il grado di inabilità rimane fissato tra l'11% ed il 15%. Invece, se il danno raggiunge o supera il 16% di inabilità, la rendita è erogata per tutta la vita del lavoratore.

Lo scopo di tale prestazione è di "risarcire" il lavoratore per il danno subito dall'attività lavorativa.
La rendita non ha carattere retributivo e perciò NON costituisce reddito assoggettato all’Irpef.
La rendita non è compatibile con l'assegno mensile in favore degli invalidi civili parziali.

Per maggiori informazioni rivolgiti alla sede del Patronato INAS più vicina.  Ti ricordiamo inoltre che è disponibile un servizio di consulenza medico legale e legale per valutare correttamente i danni permanenti dell’infortunio.