Chi sei: Pensionato Dipendente privato
Cosa cerchi: Pensioni

Le pensioni dei lavoratori già iscritti all'ex INPDAI

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag: Ex INPDAI, Pensione


24-03-2008

L'Inpdai era l'ente previdenziale al quale erano iscritti i dirigenti d'azienda del settore privato.

L'Inpdai è stato soppresso nel 2003. A partire da tale anno, i dirigenti Industriali già iscritti all'ex Inpdai, i nuovi assunti dal 2003, nonché i titolari di trattamenti pensionistici a carico del soppresso ente, sono obbligatoriamente iscritti al Fondo Lavoratori Dipendenti dell'Inps.

A seguito della soppressione dell’Ente, nulla è cambiato riguardo ai trattamenti pensionistici erogati dall’ex Inpdai (anzianità – vecchiaia – superstiti – pensione contributiva), che seguono le stesse norme vigenti nell’Assicurazione Generale Obbligatoria Inps. A questo proposito, si rimanda alle schede relative alle pensioni dei lavoratori dipendenti privati.

Ai fini dell’accertamento dei requisiti per il diritto, occorre prendere in considerazione l’intera posizione assicurativa giacente sia all’ex Inpdai che all’Inps, non concomitante temporalmente.

Pensione di invalidità

L’Inpdai prevedeva il riconoscimento della pensione di invalidità al dirigente che, in seguito alla riduzione della capacità lavorativa in misura non inferiore al 50%, abbandonava il lavoro in qualità di dirigente e poteva far valere almeno 2 anni di contribuzione (ovvero 5 anni, per i dirigenti iscritti dopo il 50° anno di età). In seguito, per tutte le domande di pensione di invalidità presentate dal 10 luglio 1997, si applica la normativa prevista in favore dei lavoratori dipendenti privati, che riconosce due tipi di prestazione in base al grado di invalidità (assegno di invalidità e pensione di inabilità).

Calcolo di pensione

Decorrenza fino al 1° gennaio 2003
I trattamenti pensionistici aventi decorrenza fino al 1° gennaio 2003 sono determinati secondo i criteri di calcolo vigenti presso il soppresso Inpdai. I periodi accreditati presso il FPLD o nelle gestioni previdenziali per i lavoratori autonomi, anteriormente alla data di decorrenza della pensione, possono essere utilizzati per il conseguimento di una pensione autonoma o supplementare; mentre i periodi collocati successivamente alla decorrenza della pensione liquidata dall’Inpdai, danno luogo a supplementi di pensione.

Decorrenza successiva al 1° gennaio 2003
Per i trattamenti pensionistici aventi decorrenza successiva al 1° gennaio 2003, al fine di individuare il sistema di calcolo (retributivo, misto o contributivo), occorre prendere in considerazione, la contribuzione complessiva (FPLD-GGSS-INPDAI). La pensione verrà liquidata nel rispetto del principio del pro-rata, tenendo conto del massimale annuo fino al 31 dicembre 2002.

Per la verifica corretta dela tua posizione contributiva, per il calcolo previsionale e per la presentazione della domanda di pensione rivolgiti alla sede del Patronato INAS più vicina. Il servizio è completamente gratuito.