Cosa cerchi: Maternità/paternità

Il congedo per la malattia del figlio

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag:


06-09-2010

I genitori, alternandosi, hanno diritto ad astenersi dal lavoro, in occasione delle malattie del bambino di età non superiore a 3 anni, senza alcun limite di tempo. 

Per le malattie del bambino di età compresa fra 3 e 8 anni, ogni genitore ha diritto di astenersi dal lavoro per 5 giorni lavorativi all’anno.
Il congedo spetta al lavoratore, anche qualora l’altro genitore non ne abbia diritto.
Per l’esercizio del congedo è necessario presentare al datore di lavoro una dichiarazione attestante che l’altro genitore non ne stia godendo negli stessi giorni per il medesimo figlio, nonchè la certificazione attestante la malattia del bambino rilasciata da un medico specialista del Servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato.

Trattamento normativo

Il periodo di assenza dal lavoro è computato nell’anzianità di servizio, esclusi gli effetti relativi alle ferie e alla 13^ mensilità o gratifica natalizia.
Le ferie e le assenze eventualmente spettanti ai genitori ad altro titolo non vanno godute contemporaneamente ai periodi di congedo. La malattia del bambino che dia luogo a ricovero ospedaliero interrompe, a richiesta del genitore, il decorso delle ferie in godimento.
In ogni caso il lavoratore non è soggetto alle fasce orarie di reperibilità.

Trattamento economico

Il congedo non dà diritto ad alcuna indennità economica. Eventuali clausole contrattuali migliorative possono prevedere forme di retribuzione a carico del datore di lavoro.

Per ulteriori informazioni rivolgiti alla sede del Patronato INAS più vicina. Il servizio è completamente gratuito.