Cosa cerchi: Famiglia

Prolungamento del congedo per figli di età inferiore a 8 anni

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag: Mr., Disabile


20-05-2014

Il diritto al prolungamento del congedo parentale fino agli 8 anni del bambino, è riconosciuto alla lavoratrice madre o, in alternativa, al lavoratore padre, a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati, salvo che in tal caso sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore.
Il congedo prolungato può iniziare solo dopo il periodo del normale congedo parentale teoricamente fruibile da parte del genitore. E’ quindi possibile beneficiare del prolungamento anche quando non sia stato in precedenza utilizzato o esaurito il periodo di “normale” congedo parentale.
Il congedo può essere fruito dai genitori, in maniera continuativa o frazionata, per un periodo massimo, comprensivo anche dei periodi di congedo parentale ordinario, non superiore a 3 anni.  Il prolungamento del congedo spetta indifferentemente alla madre o al padre in condizione lavorativa dipendente, ma non con fruizione contemporanea. Inoltre spetta al genitore lavoratore dipendente anche se l’altro è titolare di rapporto di lavoro a domicilio domestico o in condizione non lavorativa.
Per tutta la durata del congedo, il lavoratore ha diritto ad una indennità giornaliera pari al 30% della retribuzione, salvo trattamento di miglior favore previsto dalla contrattazione collettiva. Sono accreditati, su domanda, i contributi figurativi utili a tutti gli effetti ai fini pensionistici.
Trattandosi di un prolungamento del congedo parentale, i periodi di fruizione dell’agevolazione in questione sono calcolati nell’anzianità di servizio, ma vengono esclusi gli effetti relativi alle ferie e alla 13^ mensilità, fatte salve le condizioni di miglior favore. Le ferie e le assenze eventualmente spettanti ad altro titolo non vanno godute contemporaneamente ai periodi di congedo parentale prolungato.
Durante tutto il periodo di prolungamento del congedo parentale, si ha diritto all’assegno per il nucleo familiare.