Cosa cerchi: Contributi

Contributi obbligatori per i lavoratori dipendenti

  • Condividi Inas.it su FaceBook

Tag: Contributi


04-03-2008

I lavoratori dipendenti sono i soggetti che prestano la loro attività alle dipendenze di altri. Il datore di lavoro effettua la ritenuta contributiva direttamente sulla retribuzione del lavoratore, per poi versarla all'Inps.
Il Fondo di previdenza dei lavoratori dipendenti gestito dall’Inps (Fpld) è finanziato attraverso un prelievo contributivo obbligatorio (dovuto per legge), determinato in base alla effettiva retribuzione erogata.
I contributi sono calcolati in percentuale sulla retribuzione: una parte è a carico dell'azienda e una parte a carico del lavoratore. Nella generalità dei casi la percentuale globale è pari al 33%.
Dal 1° gennaio 2005 è in vigore una procedura di trasmissione telematica della contribuzione (E-mens), effettuata dal datore di lavoro, il quale mensilmente comunica all’Inps i dati del lavoratore e provvede al versamento.
Ogni anno viene stabilito un minimale retributivo per l’accredito dei contributi obbligatori. Se la retribuzione è inferiore al minimale la relativa contribuzione accreditata viene contratta in proporzione al rapporto tra il minimale di retribuzione e la retribuzione effettiva.
Per i lavoratori a cui si applica il sistema di calcolo pensionistico contributivo, oltre un certo limite di retribuzione (massimale), i contributi non sono più dovuti. Il massimale cambia annualmente, come avviene per il minimale, in base agli indici Istat di variazione del costo della vita.

Per ulteriori informazioni rivolgiti alla sede del Patronato INAS più vicina.